Adozioni in Italia per le coppie affidatarie e i single. Il sì del senato

Adozioni in Italia per le coppie affidatarie e i single. Il sì del senato

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Per le adozioni a genitori affidatari, anche single, per ora c'è il sì del Senato sul Ddl che se vennise approvato in via definitiva, sarebbe una cambiamento rivoluzionario nel sistema delle adozioni in Italia.

La legge attuale distingue fra genitori affidatari e genitori adottivi. Da noi chi ottiene un bambino in affido non può diventarne il genitore a tutti gli effetti, a meno di casi eccezionali. Per essere giudicati genitori idonei all’adozione, bisogna inoltre essere una coppia sposata da almeno tre anni. Fino adesso i single o le coppie conviventi possono solo prendersi cura dei bambini prima che questi vengano dati in adozione ad una coppia ritenuta idonea.

Il disegno di legge nasce da una petizione promossa dalle associazioni che si occupano di affido e adozioni e la prima firmataria del Decreto 1209 è la parlamentare del Pd, Francesca Puglisi. Con questo decreto, dopo due anni di affido, il genitore affidatario potrebbe beneficiare di una corsia preferenziale per adottare il minore, sempre nell'interesse di quest'ultimo che soffrirebbe dall’essere separato da chi considera la sua famiglia.

La proposta riguarda anche i single che possono sperare nell'adozione. "Ci sono già stati diversi casi di adozione ai single - chiarisce la parlamentare Puglisi - ma con un emendamento al testo attuale noi proporremo che non siamo più casi speciali".

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Commenti

  • 10/08/2016 04:15:34

    Posts like this make the inerentt such a treasure trove

Lascia un commento