Diritti e bambini: l'iniziativa aretina del movimento Sentinelle in piedi

Diritti e bambini: l'iniziativa aretina del movimento Sentinelle in piedi

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Oggi, sabato 31 maggio, alle ore 18 in piazza San Jacopo ad Arezzo si assiste alla prima veglia aretina delle Sentinelle in piedi. Nato spontaneamente in rete e ormai diffusosi in tutta Italia, quello delle Sentinelle è un nuovo movimento di cittadini che scelgono il silenzio, da praticare immobili, in piedi e leggendo un libro, per condurre una battaglia culturale volta alla difesa della libertà di espressione, della famiglia naturale e del diritto di ogni bambino ad avere un babbo e una mamma, contro le esagerazioni delle politiche di genere.

Kiara Tommasiello e Pasquale Speranza, portavoci del gruppo aretino, spiegano l'iniziativa di stasera: "Siamo un gruppo di persone di diversa estrazione e provenienza e con questa manifestazione di sabato vogliamo esprimere, anche a livello cittadino, la nostra ferma opposizione alle minacce contro la libertà di espressione provenienti dal Ddl Scalfarotto (a breve in discussione al Senato), che rischia di rendere penalmente perseguibile anche solo chi si definisca pubblicamente contrario all’estensione del matrimonio e dell’adozione dei bambini alle coppie omosessuali - e incalzano -. Saremo in piazza San Jacopo, inoltre, per gridare il nostro no silenzioso e pacifico alle esagerazioni delle politiche di genere e alle discutibili strategie di educazione sessuale che, su pressione di vari gruppi di potere e col coordinamento del discusso Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR), si tentano di imporre ai nostri figli fin dalle scuole materne, anche attraverso la lettura di libri scelti appositamente per promuovere l’ideologia gender, la visione di film chiaramente finalizzati a mettere sempre più in discussione la visione della famiglia come società naturale fondata sull’unione tra uomo e donna, o la trasmissione di opuscoli per l’educazione ai rapporti omosessuali".

Foto derivata da questa foto
Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento