Infertilità maschile: un aiuto dalla microchirurgia moderna

Infertilità maschile: un aiuto dalla microchirurgia moderna

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Chi soffre di infertilità maschile può fare un ultimo tentativo con la microchirurgia. Nei casi più complessi il bisturi può dare un aiuto almeno al 10% circa degli uomini che hanno a che fare con azoospermia, ossia assenza di spermatozoi nel liquido seminale.

Alla base possono esserci cause ostruttive, che possono essere risolte liberando i dotti dell'apparato riproduttivo maschile ostruiti. Se invece l'azoospermia non è dovuta a un'ostruzione, un tentativo è di recuperare eventuali spermatozoi presenti nei testicoli.

In queste problematiche oggi interviene la microchirurgia moderna attraverso la MicroTese, che permette all'andrologo di agire sul testicolo grazie a un microscopio operatore. Il medico può così individuare i segmenti più dilatati dei tubuli seminiferi, che possono contenere piccoli gruppi di spermatozoi da utilizzare in procedure di fecondazione in vitro. Secondo gli esperti i risultati sono abbastanza soddisfacenti superando a volte le aspettative.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento