La piattaforma Rebecca Blues in soccorso alla depressione post parto

La piattaforma Rebecca Blues in soccorso alla depressione post parto

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

A Roma è nato il Progetto Rebecca con l'intento di offrire assistenza e fornire informazioni dettagliate su modalità, tempistiche e cure della sindrome post partum o depressione post parto, male che continua a rimanere un tabù.

La depressione post parto è una patologia che colpisce circa il 13% delle donne-mamme nel mondo, registrando in Italia 80mila casi ogni anno. L'origine della sindrome si rintraccia nella combinazione di fattori di natura fisica e psicologica, cioè agli sbalzi ormonali e all'eccessivo carico di adrenalina prodotto dal corpo durante il travaglio, si aggiungono altri elementi di natura psicologica. Le neo-mamme si sentono addossare un carico di preoccupazioni e aspettative al di sopra della loro portata, sfociando così in un senso di impotenza. La depressione post parto può cronicizzarsi se trascurata e sfociare in episodi drammatici.

Il progetto Rebecca Blues si incentra sulla creazione di un software e di una piattaforma di tipo “sociale” per Internet mobile, scaricabile gratuitamente per smartphone e tablet, che mette in relazione il medico e la paziente, consentendo anche un'auto-diagnosi in grado di riconoscere il fenomeno. La piattaforma Rebecca Blues permetterà così a tutte le neo-mamme di accedere ad un numero di informazioni certificate in tempo reale, di confrontarsi con altre utenti affette degli stessi disturbi e di stabilire un contatto diretto con specialisti sempre a disposizione. 

Il progetto ideato da Strade Onlus e Fondazione Rebecca vuole quindi combattere la depressione post parto prima che possa sfociare in una lunga patologia.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento