"Per un pugno di semi": il concorso rivolto alle scuole su alimentazione sana e sostenibile

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

"Per un pugno di semi" è il tema concorso ideato dall'organizzazione non governativa ambientalista Green Cross Italia, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado.

Il contest intende valorizzare la biodiversità grazie alle buone pratiche alimentari e scoprire come possiamo influenzare la vita di persone lontane con le nostre semplici scelte alimentari. Il progetto è in linea con il tema di Expo di Milano 2015, cioè "Nutrire il Pianeta, energia per la vita". Green Cross chiede dunque ai partecipanti di concentrarsi sul tema dell’alimentazione sana e sostenibile.

Alimentazione che parte da un seme, piccolo ma prezioso. "Basta dare un’occhiata ai dati - fanno sapere da Green Cross Italia secondo i dati Fao -. Si stima che esistono circa 10.000 specie vegetali adatte all’alimentazione umana e all’agricoltura. Oggi se ne commercializzano poco più di 120, dodici delle quali coprono circa l’80% del fabbisogno alimentare mondiale. Le previsioni per il futuro non sono tranquillizzanti. Si prevede che entro il 2055 a causa dei cambiamenti climatici scompariranno tra il 16 e il 22% dei parenti selvatici di colture importanti come arachidi, patate e fagioli, che costituiscono il cibo delle comunità locali".

Al concorso è possibile partecipare redigendo articoli, facendo reportage, inchieste, fotografie, spot e brani musicali che abbiano come tema i semi e che invitino al consumo responsabile del cibo sulla base delle risorse di ogni territorio.

In palio un premio in denaro per ogni istituto vincitore, che potrà essere impiegato a sostegno di iniziative ambientali nel nostro o in altri Paesi, diffondendo il messaggio che il cibo è un diritto per tutti.

La scadenza del concorso e dell'invio quindi degli elaborati è fissata per il 30 marzo 2015.

 

Foto derivata da questa foto
Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Commenti

  • 23/03/2017 17:28:37

    That's not just the best answre. It's the bestest answer!

Lascia un commento