A che serve un omogeneizzatore e come si usa

Fare gli omogeneizzati in casa ci permette di risparmiare denaro e ambiente

A cosa serve un omogeneizzatore? Se lo sarà chiesto più di una futura mamma durante i mesi di gravidanza mentre preparava la lista degli appunti su “cosa comprare” al bimbo in arrivo. Grazie all’omogeneizzatore puoi preparare ottime pappe in modo semplice e sicuro. Per molti non è un accessorio necessario, c’è chi ritiene che la stessa funzione può essere compiuta da un semplice frullatore o anche con il minipimer, ma in realtà con un buon omogeneizzatore potete essere certi che l’aria non si incorporerà negli alimenti che poi è anche la risposta alla domanda “che differenza c’è tra frullare e omogeneizzare”?

  • Omogeneizzati fai da te. Come farli in casa.  Fare gli omogeneizzati in casa può essere una buona soluzione per più di un motivo. In primis perché ci permettono di risparmiare un po’ di soldini (che in tempi di crisi non guasta!) e poi perché è una pratica che salvaguarda l’ambiente visto il minor spreco di rifiuti che comporta. E poi è divertente e richiede pochi minuti!

Offerte per omogeneizzatori

Qui di seguito trovi una selezione delle migliori offerte che il nostro team ha selezionato per te!

Selezione offerte per omogeneizzatori in collaborazione con:

Vedi tutte le offerte per omogeneizzatori

Si possono preparare ottimi omogeneizzati di frutta, verdure, carne e pesce, il pediatra saprà consigliarvi quale è meglio per il vostro bambino. Se usate ingredienti di stagione, beh, il prodotto sarà più fresco, ricco di vitamine e saporito! Versate l’acqua minerale sufficiente per la cottura nella caldaia dell’omogeneizzatore. A questo punto tagliate a pezzetti la frutta, la carne e la verdura (potete fare anche un mix ma ripetiamo: parlate prima con il pediatra!) e depositateli nel cestello: l’omogeneizzatore inizierà a produrre vapore e una volta che la pappa è cotta sarà necessario frullare il tutto nel medesimo bicchiere. Il “processo di omogeneizzazione” finisce qui. Insomma, il funzionamento degli omogeneizzatori è simile a quello di un normale frullatore o cuoci pappa. Oltre alla soddisfazione di preparare un buon omogeneizzato fai da te, potremo così scegliere la freschezza degli ingredienti e controllare passo dopo passo quella fase importante che è lo svezzamento del bambino.

  • Come si conservano gli omogeneizzati fatti in casa? Potete preparare un buon numero di scorte di omogeneizzati ma occorre che siano conservati molto bene. Per questo vi dovete procurare vasetti di vetro che si chiudono ermeticamente e collocarli in un luogo asciutto, lontano da fonti di calore e umidità. Potete metterli anche in frigorifero e usarli nell’arco di 24 ore oppure congelarli sottovuoto e consumarli entro sei mesi!
  • Omogeneizzare. Ricordatevi sempre che una buona pappa per il bimbo deve essere bella liscia e compatta con i pezzi di frutta e verdura ben frullati e amalgamati!
  • Consigli nella scelta di un buon omogeneizzatore: ecco alcuni punti da ricordare al momento dell’acquisto:
  • Un omogeneizzatore deve produrre pappe cremose e tritare i pezzi con facilità ed efficacia.
  • Nella scelta dell’omogeneizzatore valutate sempre la facilità di utilizzo.
  • Gli omogeneizzatori devono essere facili da lavare!
  • Scegliete un prodotto che sia facilmente trasportabile (lo capirete quando andrete in vacanza...)
  • Cercate un omogeneizzatore polifunzionale e che abbia una buona capienza.

Quale omogeneizzatore acquistare? Ce ne sono moltissimi sul mercato e di tutte le marche! Molto gettonati sono quelli Brevi e Imetec ma naturalmente non sono gli unici. Se volete cercare alcune proposte sul web il consiglio che vi diamo è quello di visitare Wishops e confrontare le offerte migliori!

Offerte per omogeneizzatori

Qui di seguito trovi una selezione delle migliori offerte che il nostro team ha selezionato per te!

Selezione offerte per omogeneizzatori in collaborazione con:

Vedi tutte le offerte per omogeneizzatori