Raccolta di tappi di sughero a scuola

Raccolta di tappi di sughero a scuola

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Si è appena conclusa, nelle scuole della provincia di Arezzo, la raccolta di tappi di sughero facente parte del progetto "Tappoachi?" Avviata con successo in altre realtà italiane, è toccato ad Arezzo (prima realtà del Centro Italia) aderire all'iniziativa promossa da Rilegno, Consorzio nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi di legno e sughero, in collaborazione con Aisa Spa di Arezzo. Nelle scuole è stato disposto, fino a qualche giorno fa, il box "Etico" per la raccolta e il successivo riciclo e sono stati organizzati incontri alle elementari con esperti del settore che hanno spiegato ai bambini come nasce il tappo di sughero, illustrandogli la quercia da sughero. Perché disperdere questo tipo di tappi nell'ambiente? Per la conservazione delle caratteristiche organolettiche del vino rappresenta la migliore chiusura ma se abbandonato ha un lento degrado. Quindi se viene raccolto, è riciclabile al 100% e può essere facilmente riutilizzato in diversi settori, dall'edilizia al comparto calzaturiero. Si può ottenere infatti materiale adatto per la realizzazione di pannelli isolanti e fonoassorbenti, granulati e oggetti vari, tra cui tacchi e solette per le scarpe. Il progetto ha anche un fine solidale: tutti i tappi raccolti vengono conferiti alla cooperativa sociale Artimestieri di Boves (a Cuneo), unico impianto a livello nazionale autorizzato al trattamento dei rifiuti di sughero secondo la normativa vigente, convenzionato con Rilegno. La cooperativa sociale di tipo B dal 1989 opera nei settori del bioarredamento e della bioedilizia, promuovendo l'attenzione all'ambiente, alla solidarietà sociale e a una economia di giustizia.      

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento