Da 1 a 9: preparazione al parto - Mamme 2.0 - Page 3
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
I baby shower delle mamme vip
Abbiamo già parlo di baby shower altre volte, il fenomeno molto in voga da un po' di anni in America che si comincia a praticare anche in Italia, ovviamente dalle mamme vip. È "la doccia di doni" al bambino ancora in pancia dove la mamma viene festeggiata dalle amiche che si riuniscono in casa sua.…
Esami in gravidanza: attenzione al citomegalovirus
Il citomegalovirus (CMV) è una di quelle infezioni che passa quasi inosservata perché non dà sintomi specifici ed è così comune da contagiare 3/4 degli adulti. Se contratto però in gravidanza, questo virus proveniente dal ceppo erpetico come quello labiale, è pericoloso e può essere causa anche di disabilità nel neonato. Fortunatamente la probabilità non è…
Gemelli: i primi contatti nell’utero materno
I gemelli interagiscono tra loro già dentro l'utero materno. Infatti studi scientifici affermano che i primi contatti sociali hanno luogo ben prima della nascita, nella pancia materna. Non subito però. Nei primi mesi di gravidanza, i feti sono troppo lontani per interagire. Con l’avanzare della gravidanza il contatto tra gemelli diventa presto quasi inevitabile. A…
Dormire in gravidanza
La gravidanza è un periodo di grandi cambiamenti e "scombussolamentI". Primo tra questi il sonno. Nei primi mesi la donna avverte solitamente un senso di indolenza e stanchezza generale, di solito accompagnato da sonnolenza e bisogno di dormire. Anche se la pancia non è ancora ben visibile, il corpo sta già affrontando un sovraccarico di attività che…
Il bambino ha il singhiozzo
A partire dal momento in cui il bambino è in grado di inghiottire e bere il liquido amniotico si riesce anche a sentire quando ha il singhiozzo. Sembrano sobbalzi ripetuti regolarmente dentro l’utero che possono andare avanti per un quarto d’ora o venti minuti e ripetersi anche 2 volte nell’arco di un giorno. Si tratta…
I primi sintomi del travaglio
Alcuni sintomi particolari che mettono in allerta la futura mamma sono le prime contrazioni irregolari oppure la perdita del tappo mucoso. Le prime sono anche chiamate contrazioni di Braxton Hicks e, a differenza di quelle vere del parto, non sono regolari, nè dolorose e possono attenuarsi in alcune ore. Quando ci si avvicina al parto…
Bollini rosa per 14 ospedali toscani a misura di donna con reparti di ostetricia all’avanguardia
Quattordici ospedali toscani si sono aggiudicati i "bollini rosa" attribuiti dall'Onda, l'Osservatorio nazionale sulla salute della donna, che anche quest'anno ha stilato la classifica degli ospedali che offrono le prestazioni e i servizi migliori a misura di donna. Tra i requisiti analizzati, la presenza di strutture maggiormente qualificate nella cura di patologie femminili specifiche e…
L’assistenza al dolore fisico e psicologico a fronte di eventi traumatici legati alla maternit&agrav
Sempre dall'ospedale di Arezzo arriva un'altra notizia legata alla maternità: il San Donato ha ricevuto una menzione speciale al Premio Mario Luzi per il "Progetto integrato per l’assistenza al dolore fisico e psicologico a fronte di eventi traumatici e avversi nella maternità". La Asl 8 aretina ha adottato uno specifico percorso clinico-organizzativo con il coinvolgimento…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.