Moda bimbi inverno 2012: la parola d'ordine è comodità

Moda bimbi inverno 2012: la parola d'ordine è comodità

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Il freddo è arrivato e la stagione invernale è ormai alle porte. Bambini copritevi ma siate comodi! La moda di quest'anno tende a capi comodi, pratici a indossare, divertenti e che non siano di impiccio nel muoversi dei più piccoli. Per i maschi sono stati disegnati completi sportivi, dalle linee decise e grintosi nello stile. Le bambine vestono romantico ma anche loro con grinta: pizzi, trine che spuntano fuori da maglioni e cappotti, abiti candidi con sopra gilet pelliccia. Dettagli ispirati al mondo degli animali o dei cartoon si ritrovano invece nelle t-shirt e nelle tute, popolate per esempio da sette nani e clarabella (by Monnalisa). I colori sono più accessi per i maschi, blu e griglio i preferiti; grigi e neri che ritroviamo nelle femmine insieme a un panna. L'attenzione delle mamme è rivolta soprattutto ai tessuti che devono essere lavati il più possibile in lavatrice, resistendo ai numerosi lavaggi e, soprattutto, fibre naturali per la pelle delicata dei piccoli. Tra meno di un mese sarà Natale e anche l'abbigliamento dei bimbi si tingerà di rosso...

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Commenti

  • 10/08/2016 02:47:19

    "the states where a minimum wage worker can afford renl.quot;.&.Probabty the same where some people being paid minimum wage is way more than their job skills are worth...

  • 10/08/2016 03:13:10

    That day was chaos here in DC, it looked like something outta Incedenpende Day in the streets with people trying to get the fvck outta town. Can’t believe it’s been 8 years. I don’t think I cried until later that night, after all the reports really sunk in.

Lascia un commento