app - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Fun with Flupe
Imparare l’inglese con Helen Doron
L'app di Helen Doron, Fun with Flupe – English Words, disponibile su Android, iPhone e iPad, è finalizzata all’apprendimento di vocaboli e brevi frasi in lingua inglese attraverso l’interazione di buffi personaggi. Fun with Flupe è il corso di Helen Doron rivolto ai bambini dai 2 ai 5 anni che si basa sulle avventure di…
Il peluche dell’anno che interagisce con un’app
Il nuovo Furby edizione 2013 è arrivato anche in Italia, per non essere da meno degli States o dell'Inghilterra dove è stato eletto giocattolo dell'anno. È il robottino peloso più famoso del mondo che adesso interagisce anche grazie ad un'applicazione gratuita sia per smartphone che tablet. Entrato a far parte anche di Wikipedia, l'animaletto robotico…
Imparare a lavarsi e pettinarsi con Pepi
I bambini non amano tanto lavarsi così c'è un gioco, un'app per iPhone o iPad, che spiega l'importanza dell'igiene personale. È diviso in quattro aree e prima di cominciare bisogna scegliere se essere bambino o bambina. Una volta scelto si procede con il compito che si vuol portare avanti tra: utilizzare il lavandino, lavare i…
Imparare l’inglese è fun!
Ancora una nuov app per fare imparare l'inglese ai bambini. Fun English per iPhone e iPad: un corso di lingua inglese suddiviso in sei lezioni dove si insegnano i nomi dei colori, numeri, animali, frutta e verdura, lettere e parti del corpo. Per ogni categoria ci sono dei giochi. Per esempio, in quella dei colori…
L’orto in casa con Erbizia
Vuoi fare un piccolissimo orto in casa con il tuo bambino? Vuoi farlo divertire imparando? Ecco il kit Erbizia: "l'unico giardino al mondo" dove coltivare erba cipollina, timo, origano e prezzemolo con l'aiuto di tuo figlio e supportati da computer o  smartphone. La confezione di Erbizia contiene: un contenitore in legno di abete certificato…
I bambini imparano l’inglese con Busuu
Busuu, la community online per eccellenza per l'apprendimento delle lingue, offre le applicazioni perfette per imparare l'inglese anche ai bambini, con parole, lezioni e giochi educativi. Il vocabolario si impara giorno per giorno attraverso giochi interattivi. Per verificare l'apprendimento, ogni volta che verrà completato un esercizio, un annaffiatoio bagnerà un fiore nel giardino delle lingue…
Il magazine per bambini su iPad
Se avete un bambino e un iPad, allora potete scaricare Timbuktu. E' il magazine che gira su iPad e raccoglie i migliori argomenti per bambini da foto, giochi, notizie da leggere a storie e video, con aggiornamenti giornalieri. I contenuti sono garantiti grazie alla consulenza di esperti che lavorano nel campo dell'educazione. Non mancano illustratori…
Pomodario, un’app per baby contadini
Questa app è veramente particolare e interessante: Pomodario insegna ai bambini tra i 4 e 10 anni come coltivare pomodori giocando, realizzata da Partou insieme a Grow The Planet. Il pomodoro Dario e la sua guardia del corpo coccinella "svelano a grandi e piccoli tutti i segreti di uno degli ortaggi più amati e diffusi…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.