bambino - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Guida alla sicurezza dei bambini in casa
Per ogni ambiente domestico si devono adottare alcuni accorgimenti principali quando si ha un bambino piccolo in casa. Partiamo dalle scale dove è utile installare il classico cancello a pressione, soprattutto quando il bambino inizia a camminare, ma anche prima, nella fase del gattonamento. Quando serve si possono applicare sui gradini dei nastri adesivi antiscivolo.…
Corso di primo soccorso
I corsi di primo soccorso impartiti a genitori, nonni, operatori degli asili o scuole materne ed elementari, baby sitter sono finalizzati a fornire conoscenze pratiche e teoriche di come affrontare l’emergenza in caso di malessere o infortunio del bambino. I corsi solitamente sono tenuti da medici pediatri e neurologi che insegnano il comportamento da tenere…
10 rimedi naturali per i tappi di cerume
Per facilitare la rimozione del tappo di cerume dai bambini, è possibile applicare nell'orecchio alcune gocce emollienti. Ecco degli oli naturali che faciliteranno nell'operazione: - olio d'oliva - olio di mandorle dolci - macerato oleoso di propoli - olio di macassar - olio di ylang ylang - olio di vaselina - olio di glicerina Questi…
Se arriva un fratellino….
Di fronte a una donna incinta, la domanda che sale alle labbra di ogni pargoletto è: come ci è arrivato lì, il bambino? Se l'argomento vi imbarazza, non siete obbligati  a rispondere subito, magari in presenza di altre persone; potete dirgli che ne parlerete dopo, a casa, con calma. A quel punto scegliete una formula…
Ascoltare i bambini
Ascoltare i bambini non è soltanto divertente, ma anche molto interessante. Quando vostro figlio cerca di dirvi qualche cosa di importante, importante per lui, ascoltatelo con grande attenzione, siate "tutt'orecchi". In altri momenti potrete ascoltare con minore attenzione, mentre sbrigate le faccende domestiche. Ma comunque ascoltate, fatelo con simpatia, non sbuffate, non scoraggiatelo, e non…
La salute inizia prima di nascere
Oggi, diversi studi stanno indagando nei nove mesi le origini di molti disturbi dell'età adulta. Ecco perché la gravidanza dovrebbe essere considerata un importante momento di prevenzione. La dieta della mamma, i farmaci che ha assunto, l'eventuale ricorso a fumo o alcol, le infezioni contratte, il suo umore e la qualità dell'ambiente in cui ha vissuto…
Reiki
Il Reiki è una tecnica giapponese di rilassamento, di riduzione dello stress e di riequilibrio energetico. Tradotta dai termini giapponesi Rei e Ki, il cui significato è energia vitale universale. E' un metodo semplice e naturale che permette di assorbire una maggiore quantità di energia vitale. E' stato sperimentato che apporta benessere e serenità alla…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.