cameretta - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Fresco design per la cameretta dei bambini
Ecco dei mobili ecologici per la cameretta dei bambini, oltre ad accessori per l'arredo e giocattoli in legno a impatto zero. L'ideatore e produttore è Woodly nato come concept nel 2012 che ha iniziato a esistere nella realtà nel 2013. La produzione comincia ad aprile con il lettino Montessori che abbiamo potuto vedere allo scorso…
Orologi da parete per camerette unisex
Nelle camerette per bambini ideate da mamma e papà o progettate da architetti, per un bambino in età scolare prevale la forma del cerchio anche nelle decorazioni e nella forma dei tappeti. Per dare un tono di fantasia e sobrietà suggeriamo questi due orologi da parete in vetro "Tickle my Tummy" e "Giraffe Joy". Vanno…
Giochi educativi e sostenibili
Il progetto "Fabrickit for kids" racchiude oggetti di design realizzati in modo giocoso e istruttivo in paesi in via di sviluppo aiutando così partner locali con attività fonte di reddito e di promozione della cultura di questi paesi e della loro cultura. I kit di Fabrickit for kids sono realizzati con materiali (legno, stoffa, materiali di…
Caro vecchio caldo legno…
È proprio vero che il legno non passa mai di moda, anzi negli ultimi anni sono tornati alla ribalta i giocattoli di legno, quelli dei nostri genitori o addirittura nonni, per loro era un lusso averne almeno uno. Per i nostri bambini un optional accanto ai divertimenti tecnologici e virtuali. Ma da sempre il legno è…
Letterine o fiori per decorare la cameretta
Camerette da allestire, rifare o ridipingere con lettere adesive e sticker? Un'idea la fornisce Inke, azienda olandese che seleziona carte da parati vintage per trasformarle in figure di animali, fiori e colorate lettere decorative da incollare alle pareti. Con queste carte da parati rivisitate in maniera originale si possono decorare velocemente gli ambienti con effetti…
sicurezza
Una casa a misura di bambino
Se non l'avete già fatto prima, ora è davvero il momento di "ripensare" tutta la casa alla luce delle esigenze del vostro bambino che inizia a gattonare. La cameretta per lui non basta più, ormai: vuole andare a gattoni in ogni stanza, vuole toccare tutto e sembra avere una predilezione per quello che è più…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.