educazione - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Che animale prendere?
Cane o gatto, tartaruga o pesciolino, coniglio o criceto, avere un animale in casa è un'esperienza di crescita per il bambino. All'inizio toccherà ai genitori fare da intermediari, facendogli conoscere il nuovo venuto e soprattutto facendo capire al bambino che gli animali non sono un gioco e quindi ne vanno "torturati" né trascurati e tantomeno…
Classi primarie 2.0
Dalle iscrizioni a scuola online alle lavagne interattive in quasi tutte le scuole primarie o, persino, all'Ipad nello zaino al posto dei libri di testo, ormai siamo davanti a classi supertecnologiche. Anche se in Italia siamo parecchio in ritardo su questo fronte, rispetto ad altri paesi europei, tuttavia la tecnologia si sta facendo sempre più spazio…
Imparare giocando alla scuola Lego di Billund
I primi di agosto è stata inaugurata a Billund, in Danimarca, la prima scuola Lego, ideata dal patron miliardario della società delle famose costruzioni, Kjeld Kirk Kristiansen. Sono già arrivati una settantina di bambini per sperimentare l'istituto, tutto a misura di bambino, basato sul sistema scolastico danese unito alla creatività dei giochi della Lego. Obiettivo:…
Quando fare sport
Sarebbe bene avviare i bambini allo sport in età prescolare. È la fascia d'età consigliata in cui avviene il più grande processo di formazione psico-motoria, cioè quella che va dai 3 ai 6 anni. Per la scelta dell'attività sportiva si deve prestare attenzione ai bisogni pedagogici e psicomotori dei piccoli. Inizialmente l'attività psicomotoria consiste in…
Riscrivere un nuovo alfabeto familiare
“E' l'amore che crea una famiglia” è lo slogan della giornata promossa da alcune associazioni di Arezzo che intendono fare incontrare tutti i "tipi" di famiglia: tradizionali, omogenitoriali, ricostituite, multietniche, allargate, ecc..., per proporre un nuovo alfabeto familiare che valorizza le differenze. Questo avverrà giovedì 25 luglio a partire dalle 18 nell'area dell'anfiteatro romano, ad Arezzo,…
Speciale estate in famiglia a palazzo Strozzi
Palazzo Strozzi, a Firenze, propone un ricco programma di attività per le famiglie con bambini, differenziate per fasce d'età, attraverso visite ludiche e interattive, laboratori creativi, attività di disegno e altre nuove proposte divertenti e coinvolgenti pensate per i pomeriggi estivi. La partecipazione alle attività è gratuita con il biglietto d'ingresso; la prenotazione è obbligatoria. Il…
Con la bilancia non si scherza
Dal 2008 a oggi sono diminuiti leggermente i bambini di 8-9 anni in sovrappeso e quelli obesi, ma l'Italia resta comunque ai primi posti d'Europa per il numero di bambini che "litigano" con la bilancia. Per questo motivo è fondamentale il ruolo che svolgono i genitori nell'educazione e nelle abitudini alimentari.Alcuni consigli di natura pratica…
Bon ton per bambini
Ecco alcune situazioni in cui insegnare la buona educazione ai propri bambini. A come automobile Insegniamo da subito ai nostri bambini il modo corretto per viaggiare in auto. Ne va soprattutto della loro sicurezza. Fin da piccoli si sistemano i bambini negli appositi seggiolini, assicurandoli con le cinture di sicurezza. Non ci devono essere eccezioni…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.