eta - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Attenzione, bebè a bordo
Il codice della strada italiano stabilisce, per tutti i bambini alti meno di un metro che viaggiano su un autoveicolo, l'adozione obbligatoria di un seggiolino protettivo, omologato secondo la normativa dell'Unione europea e adeguato al peso del trasportato. La regola vale per ogni tipo di spostamento su quattro ruote, compreso quelli in città a velocità…
Suonare uno strumento: lezioni tradizionali
Dopo che tamburello, xilofono e maracas giocattolo sono stati facilmente sperimentati adesso è il momento di fare sul serio con la musica! Ai bambini piccoli, a partire dai tre anni, più che un corso di strumento si può iniziare a proporre un corso di propedeutica musicale. In molte scuole di musica sono attivi corsi di…
Armi giocattolo
Fanno discutere, ma spesso le armi giocattolo sono in cima alla lista dei desideri dei bambini, soprattutto maschi. Senza dare giudizi di merito sulle scelte personali dei genitori, se si decide di accontentare il piccolo, ecco qualche consiglio utile da seguire nell'acquisto e nell'utilizzo di questi giochi. E' necessario verificare che sul giocattolo ci sia la…
Gli esami consigliati
Dal punto di vista fisico, la gravidanza di una donna con più di 40 anni non è necessariamente problematica. E' però indiscutibile che un conto è affrontarla a 25 anni e un conto a 40. Per non parlare dei 45 e oltre.... I rischi biologici che si corrono possono essere anche seri (come i disturbi cardiovascolari,…
Lego story
Lego è un produttore di giocattoli danese, noto a livello internazionale per la sua linea di mattoncini assemblabili.   L'azienda, fondata nel 1916 da Ole Kirk Christiansen, ha iniziato a produrre i famosi mattoncini a partire dal 1949, ma soltanto dal 1958 essi assumono la particolare forma che ne caratterizza ancora oggi gli assemblaggi. Dalla iniziale serie…
Come scegliere i giocattoli sicuri
Quanto sono belli i giocattoli per bambini? Colorati, divertenti e spesso istruttivi accompagnano lo svago dei nostri bimbi in tutti i momenti della giornata, dalla sveglia al bagnetto fino al carillon della buonanotte! Eppure bisogna fare attenzione: gli infortuni provocati da giocattoli inadatti o pericolosi sono più frequenti di quanto si pensi. Ecco dove porre…
Quando iniziare a viaggiare con i bambini?
A che età un bambino può iniziare a viaggiare? Dove andare? Meglio il treno o la macchina? Sono domande che frequentemente i neo genitori si pongono anche perché molti luoghi comuni possono aumentare i dubbi e le ansie. Oggi i pediatri sono concordi nel riconoscere che i bambini possono viaggiare ovunque e a qualsiasi età,…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.