giochi bambini - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Giochi creativi per piccoli architetti
Per restare in tema con l’architettura e il design visti dagli occhi dei bambini, proponiamo il gioco altamente creativo: Archiville, dello studio olandese Roof (ex Kidsonroof), dove creatività, immaginazione e approccio sostenibile sono le chiavi del successo del marchio, divenuto una referenza nel
Educazione alimentare per bambini con il Gioco della gallina
Una volta c'era il Gioco dell'oca ed ora c'è il Gioco della gallina di Eataly. Dopo il successo delle attività didattiche gratuite della catena di "alti cibi" italiani con il laboratorio dedicato alle scuole primarie “Il gioco della gallina”, questo gioco è stato realizzato anche in scatola. In pratica si imparano le stagionalità giocando attraverso…
5 tablet per bambini da trovare sotto l’albero
I nativi digitali avranno usato la classica letterina per richiedere i regali a Babbo Natale o la posta elettronica?! Sicuramente tra le loro richieste avanzeranno pretese tecnologiche. I più piccoli, si parla di età prescolare, hanno già iniziato molto presto ha richiedere un tablet per esempio! La scelta come sempre spetta al genitore che deve…
Idee per riciclare e inventare nuovi giocattoli
Se Natale vuol dire regali e quindi nuovi giochi da acquistare, in controtendenza, proponiamo il libro di Valentina Cavalli dal titolo "Riciclattoli" che racchiude tante idee intelligenti per inventare nuove attività da fare con i bambini e per farli giocare risparmiando. I riciclattoli, leggiamo, "sono creazioni simpatiche e fantasiose nate dall'idea di riutilizzare oggetti di…
Tra le app non può mancare Peppa Pig!
Chi ormai non conosce Peppa Pig? Il cartone più amato del momento dai bambini di tutte le età, i piccolissini ne vanno matti!, spopola tra giochi, peluche e cancelleria per la scuola. Non poteva di certo mancare l'app di turno da scaricare sul tablet di casa o nello smartphone. La simpatica famigliola di porcellini è…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.