libri - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Alimentazione vegana nei bambini
"Alimentazione vegan nei bambini" è una guida completamente gratuita da scaricare per chi vuol saperne di più su questa tematica e stile di vita da far adottare anche ai più piccoli. Nel sito di Agire Ora Edizioni è possibile scaricare il pdf della guida oppure, per chi desidera avere la versione cartacea, è acquistabile al…
Idee per riciclare e inventare nuovi giocattoli
Se Natale vuol dire regali e quindi nuovi giochi da acquistare, in controtendenza, proponiamo il libro di Valentina Cavalli dal titolo "Riciclattoli" che racchiude tante idee intelligenti per inventare nuove attività da fare con i bambini e per farli giocare risparmiando. I riciclattoli, leggiamo, "sono creazioni simpatiche e fantasiose nate dall'idea di riutilizzare oggetti di…
Una guida utile anche alle mamme per ridurre i rifiuti
Dall'uso degli ecopannolini alle feste di compleanno a zero rifiuti, ecco una guida che si ispira a uno spettacolo teatrale che tutte le mamme dovrebbero per lo meno leggere, sia quelle 2.0 che quelle tradizionali, dal titolo "Meno 100 chili. Ricette per la dieta della nostra pattumiera". L'autore, Roberto Cavallo, racconta come si può ridurre…
“Va bene se…” siamo diversi
Dopo che Forza papà Isabella Paglia e l'illustratrice Francesca Cavallaro presentano Va bene se..., un libro dove protagonisti sono degli animali simpaticissimi così come i bambini dai sorrisi sdentati e supercolorati che si rivolgono direttamente ad altri bambini per rassicurarli e dimostrare che "ogni differenza è qualcosa da vivere serenamente e con orgoglio". E…
Un libro su come stimolare i nostri bambini
La psicologa esperta in stimolazione infantile Liliana Jaramillo, nonché mamma, scrittrice e curatrice di siti internet sull'argomento, promuove,  attraverso i social network,  il suo libro da poco pubblicato: Stimolazione infantile. Così si è rivolta anche alla nostra redazione per paralre del suo lavoro dove invita a sviluppare al meglio l'intelligenza fisica, mentale e emotiva del…
Nati per leggere
Il progetto nazionale “Nati per Leggere" parte dalla consapevolezza che promuovere la pratica della lettura ai bambini, a partire dai primi mesi di vita, è uno strumento utile per il loro benessere e un'opportunità in più per lo sviluppo armonico e un valido accompagnamento nella crescita. La lettura, nella prima età, è infatti un mezzo fondamentale…
La magia del teatro nelle pagine di un libro
Un libro visionario da regalare a Pasqua: Il piccolo teatro di Rebbecca. L'autrice Rébecca Dautremer fa giocare i piccoli lettori con le sue pagine, simil palcoscenici teatrali, intagliando i personaggi e le storie come fossero merletti. Un poeta innamorato di Rossana, il noto Cyrano, Pollicino e i suoi fratelli, Alice e il suo mondo delle meraviglie…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.