mamme e tecnologia - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Un robot dalle mille funzioni
Cuoce a vapore, mescola, frulla, omogeneizza, trita, scongela, riscalda il latte e le pietanze: in pratica con un unico robottino da cucina si può fare tutto questo per i vostri piccoli, in tempi brevi. Ne esistono diversi in commercio, tra i più innovativi, compatti, poco ingombranti e semplici da utilizzare c'è Baby Meal, ideato da…
Biberon ecco gli sterilizzatori moderni
Gli sterilizzatori a vapore possono oggi sterilizzare anche sei biberon contemporaneamente in soli cinque minuti a 95° C garantendo l'eliminazione dei batteri. I contenitori in plastica, privi di Bisfenolo A, si adattano a tutti i tipi di biberon e di accessori. Alcuni modelli presentano l'apertura frontale così da ridurre i rischi di scottature per la…
In un www i consigli sulle merendine per i bambini
In tempo di vacanza, quale alimentazione da far seguire ai nostri bambini? Spuntini a base di gelati? Non faranno male? Uno strumento utile per le mamme viene dal web e cioè dal portale di Merendine italiane, dove consulenti scientifici provano a dare consigli sani anche in tempo di vacanza, partendo con il dire che in…
Bilancia pesa bebè
Le bilance pesa bebè sono ormai supertecnologiche e in grado non solo di rilevare il peso ma anche di memorizzarlo e calcolare automaticamente la differenza di pesatura rispetto a quella precedente. La mamma può così controllare la crescita del bimbo in modo costante. Inoltre la pedana ergonomica, in alcuni modelli, è rimovibile per poter essere utilizzata…
Sorvegliabebè per notti serene
I "sorvegliabebè" e i baby monitor oggi sono sempre più tecnologici dotati di una perfetta qualità del suono senza interferenze fino addirittura a quattrocento metri. Sono prodotti utili perché consentono un controllo silenzioso dei rumori del bebè grazie a un indicatore visivo e, nel caso in cui il bambino si svegliasse all'improvviso durante la notte,…
Un’app per rimanere incinta
Ovuline è un'applicazione che aiuta le donne a tenere sotto controllo i loro ciclo mensile. Più informazioni si inseriscono e più è facile per l'app calcolare il giorno migliore per il concepimento. Sviluppata da scienziati di Harvard, questa applicazione dà consigli personalizzati, giorno per giorno, per migliorare le probabilità di concepimento. Ovuline è in diverse versioni tra…
Il succhiotto con il nome
C'è anche il succhiotto personalizzato, utile soprattutto all'asilo  per non essere scambiato con altri bambini evitando di prendersi i batteri degli altri! Si acquista online sul portale Tutete e si personalizza con nomi o disegni. Scritte e decorazioni ovviamente rimangono e si possono scegliere modelli vari proposti dai brand per bambini di succhiotti con tettarelle affidabili…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.