pillole di salute - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
L’app per comunicare con i bambini autistici
Words in Pictures è la nuova applicazione per la comunicazione visiva su iPhone e iPad, realizzata da Finger Talks per i bambini con autismo o disabilità cognitive, pensata anche per chi interagisce con loro. L’applicazione è la versione internazionale di Immaginario, disponibile in cinque lingue: inglese, francese, tedesco e spagnolo, oltre alla versione originaria in…
Esami in gravidanza: attenzione al citomegalovirus
Il citomegalovirus (CMV) è una di quelle infezioni che passa quasi inosservata perché non dà sintomi specifici ed è così comune da contagiare 3/4 degli adulti. Se contratto però in gravidanza, questo virus proveniente dal ceppo erpetico come quello labiale, è pericoloso e può essere causa anche di disabilità nel neonato. Fortunatamente la probabilità non è…
Dormire in gravidanza
La gravidanza è un periodo di grandi cambiamenti e "scombussolamentI". Primo tra questi il sonno. Nei primi mesi la donna avverte solitamente un senso di indolenza e stanchezza generale, di solito accompagnato da sonnolenza e bisogno di dormire. Anche se la pancia non è ancora ben visibile, il corpo sta già affrontando un sovraccarico di attività che…
L’importanza dello screening cardiologico ai bambini
Lo screening cardiologico sui bambini di 8 anni permette di individuare delle anomalie di funzionamento del cuore. Di queste solo due possono essere tali da provocare nel corso della vita problemi seri. In particolare vanno eseguiti se in famiglia ci sono casi di persone con patologie cardiovascolari, una familiarità che è bene conoscere fin da…
Cioccolata: tra miti e leggende!
Gli ultimi studi hanno rivelato e sfatato il mito che il cioccolato è allergizzante così come il fatto che faccia male ai denti, al contrario si dice che nel cioccolato sono presenti tre sostanze anticarie (a proposito di denti, sapete quale spazzolino scegliere per i bambini?) Il cacao è anche ricco di antiossidanti come i…
Corso di primo soccorso
I corsi di primo soccorso impartiti a genitori, nonni, operatori degli asili o scuole materne ed elementari, baby sitter sono finalizzati a fornire conoscenze pratiche e teoriche di come affrontare l’emergenza in caso di malessere o infortunio del bambino. I corsi solitamente sono tenuti da medici pediatri e neurologi che insegnano il comportamento da tenere…
Sostanze tossiche negli abiti per bambini. La denuncia di Greenpeace
Il 14 gennaio Greenpeace ha pubblicato un rapporto in cui denuncia la presenza di “sostanze tossiche pericolose negli abiti e nelle scarpe per bambini fabbricati in Cina e in altri paesi da alcune grandi marche" e vengono citati noti brand casual, sportivi ma anche di lusso come Burberry, Disney, Adidas, Nike, American Apparel, C&A, H&M, Zara,…
Nuova gravidanza dopo un aborto spontaneo: tempi di attesa
Dopo la triste esperienza dell'abort o avvenuto in maniera spontanea, la domanda più frequente rivolta al ginecologo è "quanto tempo attendere per una nuova gravidanza". Le linee guida dell'Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) consigliano alle donne di aspettare almeno 6 mesi per tentare un nuovo concepimento dopo un aborto spontaneo. Ma i recenti studi…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.