tecnologia bambini - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
I primi giocattoli in 3d ideati dai bambini
Che emozione per i bambini vedere che i giocattoli disegnati con le loro mani e ideati dalla loro mente prendono forma grazie alla stampa 3d. Un'azienda spagnola, Imaginarium, ha lanciato così la prima linea di giocattoli in 3d disegnata dagli stessi bambini. I piccoli devono solo scegliere forma e colori di un ciondolo, un bracciale…
Il buon “uso” dei bambini con la tv
Il dibattito sulla televisione e sui suoi effetti negativi nei bambini è sempre aperto. Migliaia di studi con esiti diversi sono stati condotti sul rapporto tv e bambini. Alcuni hanno dimostrato che un eccesso di televisione sarebbe sinonimo di apatia, altri di aggressività. La maggior parte degli e
In visita allo spazio attraverso l’app
Dopo la notizia della sonda Rosetta dell’Esa, l’Agenzia spaziale europea, e della sua missione di esplorazione dello spazio, atterrando in una cometa, i bambini aiutati dai loro genitori impazzano per le applicazioni “spaziali” e “stellari”, scaricabili su tablet e smartphone, che li conducono alla

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.