Fecondazione eterologa: nasce in Italia la prima associazione dei donatori di gameti

Fecondazione eterologa: nasce in Italia la prima associazione dei donatori di gameti

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Con l'introduzione della fecondazione eterologa in Italia, la donazione comprende anche i gameti che ha visto nascere la prima associazione in cui si riunisce chi, con un proprio ovulo o spermatozoo, potrà consentire ad un'altra coppia di avere un figlio. Tuttavia va precisato che il divieto di fecondazione eterologa nel nostro Paese cadrà solo al momento della pubblicazione attesa per metà giugno.

Il gruppo in questione si chiama Associazione altruistica e gratuita di donazione dei gameti (Aidagg) ed è stata già presentata presso la Camera dei Deputati dalla sua presidente, Laura Volpini. Obiettivo: promuovere, tra coppie fertili, la conoscenza di questa possibilità. In parallelo è stato stilato anche il vademecum per la corretta donazione che potrà essere fatta da uomini e donne di età compresa tra 25 i 35 anni, in buone condizioni di salute e in totale anonimato. Il numero di donazioni sarà limitato e da ogni donatore non potranno risultare più di sei gravidanze. Le donazioni saranno gratuite e volontarie. Chi invece riceverà i gameti non potrà avere più di 50 anni né scegliere il donatore.

Aidagg vigilerà su ogni possibile abuso di quella che la stessa presidente Volpini ha definito "un'azione di alto valore sociale e morale".

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento