moda bambini - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Mamme e figli vestiti uguali
Negli ultimi anni si sono diffuse collezioni di moda destinate sia a mamme che a bambine, in quanto le bambine amano vestirsi come le loro mamme e viceversa (molte adolescenti ad esempio scelgono il vestito di carnevale imitando il lavoro di mamma!). Soprattutto le neomamme.  Anche sulle passerelle di moda sfilano modelle con bambini o…
Set da regalare ai bebè per il loro primo inverno
Il freddo inverno ancora non è arrivato, ma gli esperti annunciano che a breve le temperature si abbasseranno. Per non trovarci impreparate, prepariamo sciarpe, guanti e cappelli per i nostri bambini. Per i bebè, in particolare, c'è un caldo e simpatico set composto da cappello e mufflette per il loro primo inverno. Les jolis pas…
Tutti pazzi per le scarpe! Le tendenze moda per i piccoli
Non solo sneakers con borchie e brillantini, ma anche stivaletti, mocassini, ballerine, polacchini e anfibi: sono queste le tendenze moda scarpe per i bambini. Con un occhio al comfort e uno alla moda, ecco come vestire i loro piedini, facendo attenzione ai prodotti confezionati magari artigianalmente, con pellami di qualità. La collezione scarpe 2014-2015 per…
Mare o montagna? I must have da mettere in valigia
I must have da mettere in valigia, destinazione mare, sono indubbiamente i costumi e le creme per il sole che idratano e proteggono la pelle, con filtro protettivo 30 e 50 per bimbo e mamma. Ad esempio nella moda mare per i bambini simpatici e sicuri sono i costumi della collezione Archimede con salvagenti amovibili,…
Moda bambini primavera 2014: stampe camouflage per il tempo libero
Stanno arrivando i nuovi cataloghi dei brand più noti nella moda bambini per questa primavera 2014. A partire da Sarabanda che veste i bambini fino a 16 anni, comprendendo una linea baby, Minibanda. La  nuova collezione propone sia capi impegnativi, per eventi o giornate particolari, che capi più disinvolti da indossare tutti i giorni. Toni…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.