tecnologia - Mamme 2.0
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Build with Chrome: le costruzioni piu’ famose di tutti i tempi diventano virtuali
Per giocare con i Lego basterà adesso avere un cellulare perché i celebri mattoncini colorati sono diventati virtuali. L'azienda danese, ideatrice e produttrice delle classiche intramontabili costruzioni, ha stipulato in questi giorni un accordo con uno dei giganti del web, Google sviluppando un'app per Chrome che permetterà agli utenti di realizzare qualsiasi tipo di costruzione…
Per chi nasce ad Arezzo, registrazione immediata all’anagrafe, al servizio sanitario e al pediatra
L’ospedale San Donato di Arezzo ha dato il via in forma sperimentale ad un nuovo servizio destinato ai neonati e alle loro famiglie. Al momento della nascita di un bambino, da anni gli uffici di direzione dell’ospedale provvedono alla registrazione all’anagrafe comunale. Adesso in contemporanea, per i residenti nell’area sociosanitaria aretina si procederà anche alla…
In arrivo tessuti bio e biancheria intima usa e getta per le mamme
Oggi la ba biancheria intima per le mamme si fa più comoda grazie alla tecnologia Cosyflex di Tamicare che promette una rivoluzione nel settore moda e medicale. La stampa in 3d si affaccia nel settore dell'industria tessile e la noitizia parte da una ricerca nata per risolvere gli innumerevoli inconvenienti di un problema ben noto…
Frulla e rifrulla!
Frullatori colorati, anche in rosa per le femminucce, da posizionare in cucina in bella vista per preparare frullati salutari con frutta fresca e di stagione, granite e bibite. Dotato di lame in acciaio inossidabile e vari programmi di azione, il frullatore Artisan ha anche il controllo Intelli-Speed per mantenere costante la velocità. Miscela, tritura, omogenizza…
Un’app per disegnare
Sago Mini Doodlecast è un'app di disegno che registra la voce mentre si disegna. Cattura ogni tratto, parola e risata ed è stata ideta per i bambini dai due ai sei anni. Il bambino può scegliere un suggerimento o partire da zero da solo, sarà poi l'app a registrare  l'intero processo di disegno insieme all'audio del…
Storesia tra luoghi reali e immaginari
La prima app-rivista per bambini in italiano si chiama Storesia, nata dall'idea di trasformare un luogo reale in un luogo immaginario e farlo diventare lo scenario di partenza per una rivista. Nella rivista digitale per bambini tra i 6 e i 10 anni si trovano curiosità, racconti inediti, fumetti, spiegazioni di fenomeni particolari o difficili da…
Invita il pennuto a giocare con te!
Sago Mini Forest Flyer è l'app pensata per i bambini a partire dai primi passi fino ai 6 anni con una serie di caratteristiche divertenti e allo stesso tempo istruttive. Il divertimento è dato dalle varie animazioni come la casa dell'uccellino Robin a cui suonare il campanello per invitarlo a giocare fuori nella foresta magica. Robin…

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.

Da una recente relazione presentata al XVI Congresso nazionale della Siaip (Società italiana di allergologia e immunologia) è risultato che i bambini nati con parto cesareo soffrono più spesso di allergie infantili.

Il dottore Vito Leonardo Miniello, che ha esposto la relazione, ha spiegato che nei nati da parto naturale con successivo allattamento al seno, durante i primi giorni di vita, si crea una flora intestinale ricca e variegata in grado di allenare il sistema immunitario a riconoscere gli antigeni utili, ad ostacolare i batteri nocivi per l’organismo e a non produrre sostanze infiammatorie capaci di innescare malattie allergiche e autoimmunitarie, come diabete di tipo 1, colite ulcerosa o malattia di Crohn.

Il latte materno è in grado di garantire la prevalenza di batteri intestinali benefici (lattobacilli e bifidobatteri) così come il parto naturale garantisce i batteri con proprietà immunomodulanti. Secondo la relazione, ciò non accade invece in presenza di taglio cesareo. Quindi la crescita delle allergie nel mondo occidentale è correlata all’alterazione del sistema microbiotico intestinale.