Che sensibilità tattile ha....

Che sensibilità tattile ha....

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Il tatto è un senso spiccato. Durante il parto, la pelle del bambino riceve stimolazioni continue che sembrano avere lo scopo di attivare le terminazioni nervose, nonché di "spremere" i polmoni che di lì a poco dovranno espandersi nel primo respiro. L'aria poi, accende d'improvviso percezioni nuove, non del tutto piacevoli (nonostante il calore della sala da parto, lo sbalzo di temperatura rimane) che vengono però rapidamente annullate dal caldo abbraccio materno: non c'è neonato, infatti, che adagiato sulla pancia della mamma, non smetta d'improvviso di piangere. Questa sensibilità di pelle rimane e ve ne accorgerete subito: il modo in cui lo sollevate, lo prendete in braccio o lo sfiorate avranno il potere di calmarlo o, al contrario, di agitarlo. Ricordatevene soprattutto all'inizio della vostra avventura di genitori.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento