Disturbi nasali in gravidanza

Disturbi nasali in gravidanza

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Parliamo dei disturbi nasali in gravidanza come la sinusite in cui la mucosa che riveste le narici e i seni frontali si gonfia. Si tratta di una conseguenza dell'azione di quegli ormoni messi in circolo che hanno il compito di rendere più elastiche vagina e cervice.

Per questa ragione sembra che alcune donne abbiano un raffreddore perenne negli ultimi mesi di gestazione. Se non viene impedito il respiro durante il travaglio, non c'è motivo di preoccuparsene, anche se vi sarà più facile respirare dalla bocca che non dal naso. Dovrete però bere frequentemente dei sorsi d'acqua oppure usare un vaporizzatore pieno d'acqua gelata da spruzzare in bocca durante le contrazioni, e delle salviettine per inumidire le labbra.
I sintomi spariscono, in genere, subito dopo il parto.

Durante la gravidanza si verificano spesso anche le epistassi o emorragie nasali. Anch'esse sono da ricollegare all'alto tasso ormonico e alla congestione.
Un po' di vaselina nelle narici di solito blocca l'emoraggia. Evitate di soffiarvi il naso con forza.

 

 

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento