Il bagnetto

Il bagnetto

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Anche se non c'è un momento ideale per il bagnetto del bambino, l' esperienza consiglia di compiere questo rito prima del penultimo pasto della giornata, vale a dire verso le 8 di sera: l'effetto rilassante può essere sfruttato per il riposo notturno e inoltre voi potrete contare sull'aiuto del suo papà. Preparate tutto prima perchè sia a portata di mano: una spugna o un guanto morbido, il sapone, un accappatoio oppure in alternativa un poncho o un asciugamano caldo per avvolgerlo.

  • Scegliere un sapone neutro. Deve essere poco aggressivo: fino a tre mesi, infatti, la pelle del bambino è molto sottile e il suo strato superficiale non ha ancora un'efficace barriera protettiva. D'altro canto, il piccolo non ha molte occasioni per sporcarsi, e pipì, feci e sudore possono benissimo venir rimossi con una breve passata d'acqua e sapone.
  • Conrollare la temperatura dell'acqua. All'inizio può esservi utile un termometro per capire se è intorno ai 37/38°C. Poi, riuscirete a capirlo semplicemente immergendo il gomito nell'acqua. Comunque vi regoliate, non fate mai scorrere l'acqua quando il bambino è già nella vasca: potreste rischiare di scottarlo, se l'acqua è troppo calda o raffreddarlo con un getto gelato. Anche la stanza deve essere ben riscaldata (22° C circa) e non avere correnti d'aria.
  • Immergete il piccolo gradualmente. Parlategli con tono rassicurante: ricordate che il bambino si sente insicuro e impaurito quando è nudo. Tenetelo saldamente, appoggiando il dorso e la testa sul vostro avambraccio sinistro e sostenendogli la spalla e il braccio con la mano avrete così la mano destra libera per lavargli viso, collo, torace, genitali e gambe. Girate quindi il piccolo, appoggiandolo sul braccio e pulite schiena e sederino. Una o due volte alla settimana lavategli i capelli. Dopo il bagno, avvolgetelo nell'asciugamano tamponandolo delicatamente per asciugarlo: aspettate qualche secondo prima di scoprirlo di nuovo, controllate che sia ben asciutto e rivestitelo.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento