Il rotavirus nei bambini

Il rotavirus nei bambini

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Il rotavirus è responsabile della gastroenterite virale più comune nei bambini. Il virus si presenta con picchi di incidenza stagionale che si verificano soprattutto nel periodo invernale tra novembre e marzo.

In particolare, nei bambini molto piccoli, tra i 6 e i 24 mesi, il rotavirus può causare una diarrea molto forte e disidratazione. La principale via di trasmissione del virus è quella oro-fecale, a volte però può avvenire anche per contatto e per via respiratoria. Inoltre la trasmissione può avvenire anche attraverso l'acqua da bere o il cibo contaminato.

La diffusione del virus è più frequente negli ambienti comunitari, come asili, mense e negli altri luoghi destinati alla ristorazione collettiva, in quanto il rotavirus può essere trasmesso da chi ha già contratto l'infezione e maneggia alimenti, senza prima essersi lavato accuratamente le mani, che non richiedono cottura, come frutta e verdure fresche.

La gastroenterite da rotavirus ha un periodo di incubazione di circa due giorni, dopo i quali insorgono febbre, disturbi gastrici come vomito e diarrea acquosa. Nella maggior parte dei casi, i bambini guariscono senza alcun trattamento. Tuttavia, abbiamo detto che una diarrea acuta può portare a disidratazione, che si riconosce dalla perdita di quantità eccessive di acqua e di sali nell'organismo, dalla ridotta produzione di urina, sete eccessiva, secchezza della bocca e sonnolenza insolita. In questi casi bisogna subito intervenire ricorrendo all'ospedale.

Non esistono misure efficaci per eliminare la diffusione dell'infezione da rotavirus. Tuttavia alcuni accorgimenti come lavarsi le mani con il sapone o con altri detergenti può limitarne la diffusione. A partire dal 2006, un nuovo vaccino orale è stato reso disponibile per immunizzare i bambini a partire dalla sesta settimana di vita.

Foto derivata da questa foto di F.P. Williams, U.S. EPA (vedi licenza)
Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento