Un doodle come omaggio allo scienziato americano del vaccino antipolio

Un doodle come omaggio allo scienziato americano del vaccino antipolio

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Google omaggia lo scienziato americano che scoprì il vaccino antipolio con un doodle. Stiamo parlando di Jonas Salk che visse all'insegna della lotta contro i virus, provando a ricercare un vaccino anche contro l'Hiv.

Il doodle per il 100° anniversario della nascita dell'inventore dell'antipoliomielite raffigura Salk, in camice bianco, circondato da bambini allegri che sorreggono un cartello con scritto "Thank you Dr Salk".  Il doodle personalizzato è un omaggio che Google riserva solo ai grandi.

La poliomielite era considerata il problema più terribile in materia di salute pubblica negli Stati Uniti del dopoguerra, e le vittime erano soprattutto bambini. Il presidente Franklin Delano Roosevelt, affetto dalla malattia, fondò l'organizzazione che avrebbe finanziato la realizzazione del vaccino, introdotto nel 1955.

Nel 1947 Salk intraprese un progetto per determinare il numero di tipi diversi del virus della poliomielite. Oltre 1.800.000 bambini in età scolare presero parte all'esperimento. Bisognerà aspettare il 12 aprile 1955 quando venne data la notizia ufficiale della scoperta del vaccino antipolio. Il medico statunitense non volle neanche registrare il brevetto della sua scoperta.

Foto derivata da questa foto
Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Commenti

  • 24/09/2015 02:31:38

    La Sig.ra CINZIA Milani la ha salvata della disonestà dei poveri africani assetati di denaro accordandomi un credito di 23000 euro su una durata di 5 anni affinché il mio sognati diventino realtà. Prego a tutti coloro che hanno potuto usufruire di questi servizi, di volere ritornare testimoniarne per permettere all'altra gente nella necessità, di potere trovare anche un ricorso affidabile. Vi lascio il suo  indirizzo professionale: milanicinzia62@outlook.com

Lascia un commento