Acqua: quale scegliere

Acqua: quale scegliere

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Fino ai due anni di età i reni del piccolo hanno una bassa capacità di filtrazione, per questo non tutte le acque sono adatte a lui. Per il bebè è consigliata l'acqua oligominerale naturale, che ha un basso contenuto di sali. No invece all'acqua del rubinetto perché contiene calcare, cloro e sostanze usate per depurarla. Per diluire il latte Per diluire il latte sono indicate le acque oligominerali. Nel caso in cui il bambino sia allergico alle proteine del latte di mucca, bisogna utilizzare un tipo di acqua ricca di calcio, per garantire al piccolo l'apporto di questo minerale fondamentale per lo sviluppo di ossa e denti. Per dissetare il bimbo Se il piccolo è allattato al seno, non c'è bisogno di integrazioni di liquidi perché il latte materno è composto per la maggior parte di acqua. Se invece è nutrito con latte formulato, durante la giornata il bimbo ha bisogno di più idratazione, ecco perché le integrazioni di acqua sono importanti. Ma, latte formulato o no, ci sono dei casi dove c'è il rischio che il bambino si disidrati, come per esempio in estate(a causa della sudorazione il piccolo perde liquidi), se ha febbre o in seguito a vomito o a dissenteria. Per preparare il brodo vegetale Per preparare il brodo vegetale l'acqua viene fatta bollire, quindi si potrebbe anche usare quella del rubinetto, anche se è sempre consigliabile usare quella oligominerale naturale.  

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Commenti

  • 23/03/2017 17:21:29

    Way to use the internet to help people solve prleobms!

Lascia un commento