Ipermetropia e miopia

Ipermetropia e miopia

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Oggi ci sono ancora molti luoghi comuni legati ai disturbi della vista, alla necessità o meno di indossare gli occhiali, alla possibilità che alcuni problemi regrediscano spontaneamente o, al contrario, peggiorino col passare del tempo.

Nell'ipermetropia il difetto è dovuto al fatto che l'occhio è più corto del normale, per cui la visione è migliore da lontano e sfocata da vicino. Dal momento che con la crescita aumentano anche le dimensioni dell'occhio, se il problema è lieve, può migliorare fino a risolversi spontaneamente. E' comunque indispensabile consultare un oculista, che valuterà l'entità del disturbo del bambino e stabilirà se è necessaria una correzione.

Nella miopia questo difetto è dovuto a un allungamento del bulbo oculare: dato che l'occhio è più lungo della norma, vede bene da vicino e male da lontano. Con la crescita, le dimensioni dell'occhio aumentano e, di conseguenza, è probabile che il difetto visivo tenda a peggiorare. Indossando gli occhiali, il bambino ha la possibilità di vedere bene e quindi di inviare stimoli idonei a favorire la maturazione, anche a livello nervoso, di una corretta funzione visiva che deve essere acquisita entro i primi anni di vita.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento