Alimentazione nel primo trimestre

Alimentazione nel primo trimestre

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Solitamente nei primi tre mesi della gravidanza non si registra un aumento significativo del peso, si possono mettere su un chilo, un chiletto e mezzo.

Tuttavia il fabbisogno di energia cresce ma questo non significa aumentare le porzioni rispetto al solito. È importante dare più spazio agli alimenti che aiutano a fare scorta di nutrienti essenziali. In particolare, si dovrebbe aumentare il consumo di verdure ricche di acido folico, che proprio nei primi mesi deve essere assunto in abbondanza, vanno beneanche carne e pesce in quanto apportano proteine e ferro.

In questi primi mesi, la maggior parte delle donne incinte soffre di nausea e vomito. Per contrastarli è importante non ridurre la quantità di cibo da assumere, bensì suddividere l'alimentazionegiornaliera in pasti numerosi ma leggeri, da accompagnare magari con acqua minerale gassata o effervescente naturale che aiuta ad alleviare il fastidio.

Se il momento peggiore di questi malesseri accade al mattino, nel momento del risveglio, può essere utile preparare una fetta di pane tostato allo scopo di stimolare da subito i succhi digestivi. Va mangiato appena sveglie, prima adduirittura di alzarsi da letto. Non serve a nulla mangiare “in bianco”.

Sempre nei primo tre mesi si possono avvertire momenti di improvvisa debolezza fisica. In questi casi è importante fare una buona colazione nutriente e avere dietro con sé una bustina di zucchero.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento