Gemelli, doppia felicità

Gemelli, doppia felicità

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Organizzarsi è la parola d'ordine, e se lo avete fatto con molto anticipo per i preparativi, adesso che siete alla prova del fuoco non potrete farne a meno e vi occorrerà tutta la vostra energia e quella delle persone che vi stanno attorno. Come prima cosa, raddoppiate gli aiuti accettando, specie all'inizio, le offerte di collaborazione di nonne, amiche, vicine di casa. Ma cercate di distribuire i compiti, altrimenti saperete invase da persone amorevoli che vi chiederanno ogni minuti che cosa fare, aumentando solo la confusione. Anche con vostro marito dividetevi i compiti: sia i lavori di casa, sia la cura dei bambini facendo in modo, ma verrà spontaneo, di alternare i piccoli fra voi in maniera che loro imparino a conoscervi entrambi. Ecco invece alcune semplici regole pratiche per diminuire un po' lo stress delle prime settimane.

Le cure quotidiane. Cercate di sincronizzare la loro vita in modo di svegliare i bambini alla stessa ora, di allattarli insieme, di fargli il bagnetto in contemporanea. Può sembrare una doppia fatica ma se c'è qualcuno che vi dà una mano troverete che è un gran risparmio di tempo.

L'allattamento. Nutrire i gemelli al seno richiede notevoli energie: allattateli insieme porgendo un seno a ciascuno e alternando la loro posizione a ogni poppata. Nella maggior parte dei casi l'allattamento al seno avviene con successo anche quando i piccoli sono due. Qualora vi sembri di non avere latte a sufficienza per entrambi, poco aver verificato con il vostro pediatra che ciò corrisponde a realtà, potrete ricorrere al sistema misto: date a un bambino il biberon sterilizzato e all'altro il seno, cambiando "turno" a ogni pasto. Se dovete ricorrere all'allattamento artificiale, potete tenere un biberon di scorta in frigorifero e, se non avete nessuno che vi aiuti, non vi resta che allattarli separatamente: questo, però, comporta sfalsare i tempi di poppate e di sonno. L'acquisto di un tiralatte valutatelo solamente in caso di bisogno!

Il pianto. Non sempre piangeranno all'unisono ma quando accade può essere il panico. In questi frangenti, dovrete accettare di non poter affrontare simultaneamente il loro pianto. Questo non significa ignorare le loro richieste ma soltanto dedicare a ciascuno la sua razione di coccole. Confidate, comunque, nel fatto che ben presto i piccoli cominceranno a intrattenersi l'un l'altro, lasciandovi il tempo di tirare il fiato.

Quali sono i migliori passeggini per gemelli? Scoprili qui!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento