A cosa giochiamo?

A cosa giochiamo?

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Coinvolgere per un intero pomeriggio di festa dei bambini è un'impresa che necessita di impegno e di tante idee. Di seguito ecco qualche suggerimento mentre qui ci sono alcune idee per i giocattoli da bambini!

Il ritorno della mummia: un gioco facilissimo.

  • si dividono i bambini in due squadre, ogni squadra sceglie un compagno che viene "mummificato", arrotolandogli intorno la carta igienica.
  • Vince chi, allo scadere del tempo, ha fatto la mummia migliore.

Caccia al tesoro tra i coriandoli (da fare magari con abiti di carnevale!) Questa versione semplificata della classica caccia al tesoro, oltre all'abilità nel cercare, necessita di creatività e spirito di iniziativa.

  • Che cosa serve? Due bacinelle basse piene di coriandoli, due pennarelli, un cronometro anche da cucina, tanti palloncini già gonfiati (procuratevi una pompetta, farete prima!). Ed ecco come si svolge.
  • I partecipanti sono divisi in due squadre che giocano contemporaneamente, ciascuna per conto proprio.
  • Al via, il primo concorrente di ogni squadra cerca tra i coriandoli il pennarello e, dopo averlo trovato, corre dai bambini della sua squadra, che tengono in mano i palloncini, e ne prende uno. A questo punto deve disegnare sul palloncino occhi, naso e bocca, tornare indietro, nascondere il pennarello tra i coriandoli e cedere il posto al compagno di squadra dal quale a preso il palloncino. E il gioco riparte.
  • Vince la squadra che in un minuto riesce a dipingere più palloncini.

Gran Bazaar La parola d'ordine è creatività.

  • Sopra un tavolo o un divano o anche sul lettone di mamma e papà, si dispone tutto ciò che si ha in casa e che possa essere utilizzato per travestirsi. Vecchi scampoli di stoffa, foulard, cinture, fiori finti, nastri colorati, fiocchi dei pacchetti, occhiali da sole della mamma, cappellini, cuffie di panno. Più ce n'è e meglio è: l'importante è sbizzarrirsi.
  • Poi si invitano i bambini a scegliere i vari elementi e ad agghindarsi come meglio credono.
  • La cosa più coinvolgente è sicuramente collaborare tutti insieme al travestimento di un bimbo e poi, a turno, di tutti gli altri. Alla fine si può anche organizzare una sfilata con un concorso per premiare il travestimento più strambo, il più romantico, il più buffo e così di seguito, in modo da regalare a tutti il loro momento di gloria.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento