Yoga in gravidanza. L'esperienza di Sonia

Yoga in gravidanza. L'esperienza di Sonia

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Perché fare yoga in gravidanza, oppure, si può fare yoga in gravidanza? Lo abbiamo chiesto a Sonia Squilloni di Campi Bisenzio (Firenze), architetto con una passione per questa disciplina a cui dedica gran parte del tempo, formandosi e insegnando yoga nel centro campigiano Ginkgo Lab. E proprio per le donne in dolce attesa, Sonia ha organizzato le sue lezioni. "Lo yoga può essere uno strumento molto utile per le donne sia prima che dopo il parto - risponde. - La gravidanza comporta dei cambiamenti fisici e ormonali  forti per la donna che con lo yoga può affrontare". Un consiglio: per le non addette ai lavori, cioè per chi non lo ha mai praticato prima, è meglio praticare yoga dopo il terzo mese di gravidanza. "Lo yoga con la sua pratica psicofisica, fatta di asana e pranayana, aiuta la futura mamma a migliorare prima di tutto la respirazione, ma anche ad alleviare i piccoli disturbi tipici della gravidanza, come i gonfiori, i disagi alla colonna vertebrale e indolenzimenti posturali, crampi e nausea". Si fa giocoforza sulla capacità introspettiva e di concentrazione che giova molto alla mamma e di conseguenza al bambino. Sonia, che è divenuta mamma da un anno, ha sperimentato personalmente, quindi non solo come insegnante ma come praticante, il fare yoga quando si è in dolce attesa. "Praticavo yoga da anni - racconta - e quando sono rimasta incinta ho continuato sia a praticarlo che insegnarlo per tutto il periodo della gravidanza, fino a dieci giorni dal parto. Ne ho trovato grande beneficio e sostegno, sia fisico e che morale. Lo yoga mi ha preparato fisicamente al travaglio e al parto grazie alle sue tecniche respiratorie, ai suoi movimenti dolci ma anche intensi, alle sue innumerevoli forme che si sposavano al mio corpo che cambiava". Viene accentuato anche l'aspetto psichico: "Negli anni che ho praticato yoga, ho imparato a riconoscere i miei limiti e le mie capacità. Durante la gravidanza sempre lo yoga mi ha insegnato ad accettare i cambiamenti del mio corpo, a gioirne e a stupirmi della naturalezza con la quale, senza che io volessi, il mio corpo sapeva già cosa fare". E conclude: " Lo yoga diviene un valido sostegno per il grande viaggio che aspetta alle future mamme".

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento