Pressione bassa: un aiuto a tavola

Pressione bassa: un aiuto a tavola

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

  • Innanzi tutto è bene consumare molta vitamina C, che agisce sulle surrenali, ghiandole che influenzano la pressione. La si trova in tutti gli ortaggi a foglia verde (spinaci, insalata, carciofi), nelle arance, nei pompelmi, nei limoni, nei kiwi.
  • E' bene mangiare kiwi, pesche, banane, patate, pomodori e albicocche, che sono ricchi di potassio, un minerale che favorisce la contrazione muscolare e regolarizza il battito cardiaco e la pressione.
  • Asssumere quotidianamente cibi ricchi di zuccheri complessi, contenuti in pasta, pane e riso. Questi alimenti forniscono energia a lento rilascio (soprattutto se integrali), quindi anche alcune ore dopo l'ultima ingestione mettono al riparo da cali di energie.
  • Non rinunciare alle proteine: pesce e carne, formaggi magri e uova sono indispensabili per prevenire i cali di pressione.
  • Mangiare leggermente più "saporito", ma senza esagerare: il sale aumenta la pressione.
  • Anche qualche caramella alla liquirizia aiuta a combattere la pressione bassa.
 

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento