Con la bilancia non si scherza

Con la bilancia non si scherza

Condividi su facebook Tweet questo articolo Condividi su google plus

Dal 2008 a oggi sono diminuiti leggermente i bambini di 8-9 anni in sovrappeso e quelli obesi, ma l'Italia resta comunque ai primi posti d'Europa per il numero di bambini che "litigano" con la bilancia. Per questo motivo è fondamentale il ruolo che svolgono i genitori nell'educazione e nelle abitudini alimentari. Alcuni consigli di natura pratica suggeriti dal ministero della Salute:

  • Abituare il bambino a tre pasti regolari: una colazione non abbondante ma sostanziosa, un pranzo e cena, intervallati da uno spuntino a metà mattina e una merenda al pomeriggio. Questo lo abituerà a non mangiare fuori orario.
  • Non premiare il bambino con troppi spuntini, specialmente se ricchi di zuccheri o ipercalorici come merendine, gelati, bevande gassate, succhi di frutta.
  • Non insistete quando il bambino è sazio o non ha molta fame; c'è il rischio di ingenerare in lui un rapporto distorto con il cibo.
  • Limitare l'introito proteico, alternando il consumo di carne, uova e formaggi, alimenti che non vanno mai somministrati insieme; preferire le proteine del pesce.
  • Abituare il bambino all'attività fisica; è importante per un corretto sviluppo; in movimento brucerà molte calorie.
  • Rispettare i ritmi sonno/sveglia onde evitare l'instaurarsi di abitudini scorrette (sindrome dell'alimentazione notturna).
 

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Mamme 2.0 la guida per le mamme tra figli, lavoro e tecnologia non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Lascia un commento